Shellrent - Guide e Documentazione | Come registrare un dominio .GOV.IT
1582
post-template-default,single,single-post,postid-1582,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
Trova
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt
Search in comments
Filter by Custom Post Type

Come registrare un dominio .GOV.IT

Per registrare un dominio .gov.it esiste una procedura che può essere effettuata solo online.
Di seguito riportiamo i passi da seguire.

E’ necessario procedere con l’acquisto di un dominio gov.it su shop.shellrent.com, dopodiché bisogna accedere al portale della DigitPA per concludere la registrazione.

Prima di tutto verificate la disponibilità del dominio al link domini.digitpa.gov.it alla voce Dati Pubblici. Se il nome a dominio risulterà disponibile, allora potrete procedere con l’ordine dal nostro carrello.
Questo step deve essere fatto prima di effettuare l’ordine del dominio su shop.shellrent.com.

 

Poi andate su shop.shellrent.com e inserite il nome a dominio come nell’immagine.

Vi verrà detto che il dominio non è disponibile alla registrazione. Non vi preoccupate è normale in quanto nessun hosting provider è abilitato alla registrazione del .gov.it, tuttavia è necessario inserire il nome per poter poi collegare il piano web hosting che andrete ad acquistare. Cliccate infatti su Acquista solo il piano Web hosting.

Scegliete il piano più idoneo e acquistate anche la Gestione DNS, altrimenti non potrete portare a termine la procedura di registrazione del dominio sul portale della DigitPA.

Completate poi l’ordine effettuando il pagamento.

 

Una volta attivo il servizio, potrete accedere a manager.shellrent.com e ricavare i DNS che vi verranno chiesti sul portale della DigitPA per completare la registrazione del vostro dominio .gov.it.

Sempre accedendo a domini.digitpa.gov.it, cliccate su Registrazione nuovo dominio. 
Vi verrà chiesto l’inserimento di due dati in vostro possesso:

  • Il codice IPA: (Indice Pubbliche Amministrazioni) è il codice univoco che viene assegnato all’Ente al termine del processo di accreditamento. Il Codice IPA viene comunicato tramite e-mail dal Gestore dell’IPA al referente dell’Ente.
  • Il codice AOO: è un acronimo che indica gli uffici di protocollo degli Enti che gestiscono i flussi documentali in entrata e in uscita dall’Ente. Come previsto dall’art. 47 comma 3 del CAD, gli Enti devono istituire e pubblicare nell’Indice PA almeno una casella di posta elettronica certificata per ciascun registro di protocollo (e quindi per ciascuna AOO).

E’ sufficiente conoscere il codice IPA per procedere, selezionando la voce No dal menu a discesa in corrispondenza della voce “Area Organizzativa Omogenea”.

Se non si dispone di tale informazione, è possibile ricercarla collegandosi all’indirizzo www.indicepa.gov.it e cliccare sulla voce PEC del menu a sinistra.
Una volta inserito l’indirizzo e-mail, cliccate su Cerca.

Quando avrete recuperato tutti i dati, continuate con la registrazione tornando alla pagina Registrazione nuovo dominio.

Inserite il nome a dominio da registrare e i DNS che avevate precedentemente ottenuto e selezionate la voce “Delega la gestione ad altro ISP”.  Il nome a dominio non deve essere preceduto né dal protocollo http né dal WWW.

Completate i campi richiesti con l’indicazione del Responsabile Amministrativo (Admin-C) e il Referente Tecnico (Tech-C). Mi raccomando, inserite un’email valida e funzionante.

A questo punto la registrazione è quasi conclusa: il sistema riepiloga quanto dichiarato e chiede la verifica dei dati, prima di concludere la procedura.

Prima di concludere, accertatevi un’ultima volta che i dati siano corretti, altrimenti non si potrà tornare indietro. Una volta verificato di aver inserito tutte le informazioni corrette, cliccare sul pulsante Concludi.

Il numero di ID della pratica deve essere conservato nel caso si voglia controllare l’avanzamento della richiesta.

A questo punto nella casella di posta elettronica del Referente tecnico Tech-C , giungerà un’e-mail dalla DigitPA nella quale vengono spiegate le modalità di completamento della richiesta, tra cui la Lettera Assunzione Responsabilità (LAR).
In allegato all’email ci sarà anche il questionario B.1 che “intende verificare la rispondenza del sito web della Pubblica Amministrazione rispetto ai contenuti minimi previsti dalla normativa vigente in materia”.

I due moduli, firmati e protocollati, possono essere scannerizzati per essere allegati, possibilmente in formato PDF e inviati tramite PEC  ad entrambi gli indirizzi indicati (dominio.gov@digitpa.gov.it e protocollo@pec.agid.gov.it) entro 30 giorni dalla richiesta di registrazione del dominio.

I tempi di attesa in qualche caso possono essere abbastanza lunghi, ma si può comunque verificare lo stato di avanzamento della richiesta collegandosi nuovamente al sito domini.digitpa.gov.it e cliccando in corrispondenza del link “Verifica avanzamento”.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo! oppure stampa
Nessun commento

Scrivi un commento