Shellrent - Guide e Documentazione | Come creare un record DMARC per il proprio dominio
4259
post-template-default,single,single-post,postid-4259,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
Trova
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt
Search in comments
Filter by Custom Post Type

Come creare un record DMARC per il proprio dominio

DMARC CLASSICO

  • Accedere alla zona DNS (come modificare i record DNS)
  • Inserire un record di tipo TXT , come prefisso inserire _dmarc e come valore la stringa sottostante:
    v=DMARC1; p=none;

    Approfondimento esempi di DMARC

  • Non fare nulla sui messaggi che non superano il controllo DMARC. Invia un rapporto giornaliero via email a dmarc@shellrent.com:
    v=DMARC1; p=none; rua=mailto:dmarc@shellrent.com
    
    
  • Riporta il 15% dei messaggi che non superano il controllo DMARC nelle cartelle dello spam dei destinatari. Invia un rapporto giornaliero via email a dmarc@shellrent.com:
    v=DMARC1; p=quarantine; pct=15; rua=mailto:dmarc@shellrent.com
    
    
  • Rifiuta il 100% dei messaggi che non superano il controllo DMARC. Invia un rapporto giornaliero via email a due indirizzi: postmaster@shellrent.com e dmarc@shellrent.com. I messaggi che non superano il controllo vengono restituiti al mittente tramite SMTP:
    v=DMARC1; p=reject; rua=mailto:postmaster@shellrent.com, mailto:dmarc@shellrent.com

(Il dominio shellrent.com è un esempio, al posto di esso sarà necessario inserire il proprio dominio)

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo! oppure stampa
Nessun commento

Scrivi un commento