Shellrent - Guide e Documentazione | Le differenze fra POP3 e IMAP
1724
post-template-default,single,single-post,postid-1724,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
Trova
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt
Search in comments
Filter by Custom Post Type

Le differenze fra POP3 e IMAP

POP e IMAP sono due protocolli che servono per scaricare i propri messaggi dal server di posta sul proprio pc o cellulare.

POP è il protocollo più vecchio e permette di collegarsi al server, scaricare i messaggi della cartella “posta in arrivo” in locale per poi cancellarli dal server principale.

I vantaggi che offre sono:

– facilità nella lettura offline dei messaggi scaricati;
– non appesantisce il server di posta in quanto elimina i messaggi dopo averli scaricati;
– la connessione Internet diventa necessaria solo per l’invio e la ricezione della posta;
– rimane comunque la possibilità di lasciare la copia dei messaggi sul server per eventuali device configurati in IMAP.

 

IMAP invece, mantiene i messaggi di posta sul server consentendovi l’accesso remoto da più dispositivi. L’obiettivo di questo protocollo è di permettere a più utenti di gestire la stessa casella di posta, cosa che con POP non si può fare in quanto, di default, i messaggi possono essere scaricati o su un computer o su un altro ma non su entrambi.

Tutte le modifiche apportate ai messaggi sul computer o sul cellulare vengono immediatamente sincronizzate con il server.

I vantaggi che offre sono:

– più spazio sul proprio computer, in quanto i messaggi di posta rimangono sul server;
– si può accedere alla propria posta da diverse postazioni;
– si può decidere di scaricare prima le intestazioni dei messaggi e poi i testi, in questo modo è possibile consultare la posta anche offline;
– non c’è il rischio di perder alcun messaggio in caso il proprio pc o cellulare si rompa, perché la posta rimane sul server;
– è sempre possibile salvarsi le email in locale.

 

Una volta definite le differenze possiamo capire con facilità quale fra i due è considerato il protocollo migliore.

Se è necessario consultare la posta da un solo dispositivo (pc o cellulare), compresi messaggi già scaricati, indipendentemente dalla disponibilità di internet, è necessario configurare la propria casella in POP3.

Se si vuole accedere alla posta da più dispositivi diversi e si dispone di una buona connessione internet che permette di consultare le email in continuazione, allora è meglio IMAP.
IMAP è ideale anche per conservare una copia online dei messaggi e potervi accedere anche da altri computer e quindi non dover salvare la posta in locale.

Potete verificare la configurazione della vostra casella di posta direttamente dal vostro client e sulla webmail alla voce Impostazioni.

In caso vogliate migrare la vostra posta da un provider ad un altro, sapere se le caselle attive sono in POP3 o IMAP è fondamentale.

Se tutte gli account sono in POP allora basterà ricreare sul pannello di controllo le caselle di posta con le rispettive password. Questo prima di effettuare il trasferimento del dominio o modificare i DNS di posta.

Se invece sono in IMAP bisognerà effettuare un imap sync, ovvero sincronizzare la posta.
Per questo noi di Shellrent abbiamo elaborato un utile tool di migrazione che vi aiuterà ad effettuare questa operazione facilmente.

Basta consultare l’apposita guida: guide.shellrent.com/come-utilizzare-il-tool-mailsync/

Il tool può essere utilizzato solo per i trasferimenti di posta verso la nostra struttura e non su differente provider.

In alternativa potete convertire le caselle IMAP in POP e ricrearle poi sul pannello.

In caso vi interessasse conoscere altre soluzioni relative alla gestione delle vostre email, potete consultare il nostro sito www.shellrent.com.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo! oppure stampa
Nessun commento

Scrivi un commento