Shellrent - Guide e Documentazione | Come verificare il bug sui permessi di NFS, in windows 2012
2436
post-template-default,single,single-post,postid-2436,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
Trova
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt
Search in comments
Filter by Custom Post Type

Come verificare il bug sui permessi di NFS, in windows 2012

Come indicato nella guida Configurare Windows per l’uso di SAMBA o NFS sul servizio Shellrent Cloud Storage in alcuni casi la configurazione di uno storage NFS su Windows Server 2012 genera dei problemi di permessi.

Nei casi riscontrati, pur impostando i permessi di default a “777”, ovvero tutti gli utenti hanno il permesso di scrittura lettura ed esecuzione,  risulta impossibile modificare un file.
Solo la modifica però viene negata, difatti rimane possibile creare ed eliminare i file, così come modificare da Windows i suoi permessi.

Vediamo nello specifico alcuni passaggi per verificare se tale problematica si presenta o meno.

Prima di tutto montiamo la risorsa NFS:

Come potete notare cerchiamo di forzare il sistema a creare i file con permessi “777”

Verifichiamo quindi i permessi dello share in se:

e di un file appena creato ad-hoc:

Noterete che in entrambi i casi i valori di “Autorizzazione file(modalità)”–> “altro” sono a zero, ovvero con nessuna spunta impostata di default.

In questa situazione, come citato sopra, non è possibile modificare i file, ma solo crearli ed eliminarli.

Risulta però ancora possibile modificarne i permessi per poter poi gestire la modifica, come immagine seguente. Va detto però che tale operazione va fatta su tutti i file che vengono creati.

Se riscontrate quindi tale bug, consigliamo di utilizzare il protocollo Samba(SMB) su Windows.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo! oppure stampa
Nessun commento

Scrivi un commento